23 dicembre 2011

buon Natale!

Buon Natale.
Buon Natale a tutti quelli che leggono questo mio diario non tanto segreto.
Vorrei mandare un bigliettino brilluccicoso ad ognuno di voi, perché mi avete ascoltato, cioè letto, molto più di tante persone di cui conosco la faccia e il sorriso ma a cui spesso non so dire quello che scrivo di me.
Ecco, vorrei mandarvi un cartoncino pieno di brillantini rossi o dorati e scrivervi un pensierino con la mia calligrafia. Vorrei scrivervi "auguri" e farvi vedere come sono brutte le mie "r".
Vorrei scrivervi con la penna pigiata su un foglietto celeste, pieno di fiocchi di neve, che vorrei che il vostro Natale fosse bellissimo, pieno di luci, porporine, cioccolatini e pacchetti da scartare. Vorrei che fosse pieno di canzoncine imparate a memoria dai bambini, pieno di risate, di partite a carte e a tombola, pieno di torroni, panettoni o pandori, meglio se farciti.
Vorrei che fosse un Natale senza parenti odiosi tra i piedi, senza ipocrisia, senza telegiornali. Un Natale silenzioso, perché la neve quando cade non fa rumore. E vorrei che in quel silenzio si sentissero soltanto i campanelli delle basi delle canzoni natalizie, le note degli zampognari, lo schiocco di baci sinceri, le urla dei bambini. Vorrei che si sentisse nell'aria il profumo dei mandarini e dell'arrosto. Vorrei vedere bocche sporche di sugo, carezze, sorrisi complici, case piene di gente che si vuole bene tutto l'anno e non solo un giorno rosso sul calendario.
E vorrei alzare gli occhi verso il cielo e, come nella scena finale di "Peter Pan", vedere una sagoma nera in contrasto con la luna. No, non la sagoma di una nave, ma quella di una slitta trainata dalle renne. Vorrei augurarvi un Natale pieno di quella stessa speranza e magia che avevate quando eravate piccini e aspettavate Babbo Natale.
Buon Natale a tutti voi che con le vostre parole avete riempito questi ultimi mesi e mi avete fatto scoprire tante cose che non sapevo. Vorrei che il vostro Natale fosse proprio come lo desiderate voi.
Vi mando virtualmente il mio bigliettino brilluccicoso. E che sia il primo di tanti Natali da "passare" insieme. Tanto si sa che la storia dei Maya è una cavolata. Buon Natale.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...