6 marzo 2012

evviva la libertà, con amore

Ieri su Twitter si rincorrevano citazioni di Pasolini, cosa che all'inizio mi ha lasciata un bel po' stupita. Non c'è voluto molto per capire il motivo: ieri sarebbe stato il suo compleanno.
Anche la Rai, ho notato, l'ha un pochino celebrato. Ieri mattina, mentre mi alzavo dal letto, dopo il tg1 o il tg2 hanno aperto la solita parentesi storica e hanno parlato dei Comizi d'amore di Pasolini, che, per la prima volta, aveva condotto in Italia un'inchiesta sulla sessualità, su tutti gli aspetti della sessualità, anche sull'omosessualità. Ieri notte inoltre, l'ho scoperto per caso, su RaiMovie davano La rabbia di Pasolini, io giuro mi sono impegnata per cercare di guardare il documentario, ma è iniziato a mezzanotte e quaranta e tempo mezz'ora al massimo già dormivo. 
Mi è rimasta impressa una parte recitata da Pasolini prima che mi addormentassi completamente, la riscrivo qui, perché è una riflessione che mi è piaciuta.

Voi, figli dei figli
gridate con disprezzo
con rabbia, con odio
evviva la libertà.
Perciò non gridate
evviva la libertà.

Se non si grida viva la libertà
umilmente
non si grida evviva la libertà.
Se non si grida viva la libertà
ridendo
non si grida evviva la libertà.
Se non si grida viva la libertà
con amore
non si grida evviva la libertà.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...