22 ottobre 2013

Una squisitissima torta al tiramisù!

Accanto a me c'è l'ultimo libricino letto, Elogio del moralismo di Stefano Rodotà. Avrei voluto scarabocchiarci sopra stasera, ma non riesco ad andare oltre il primo pensiero che questo insieme di articoli dell'ex futuro-probabile Presidente della Repubblica mi ha suggerito. Dicevo del primo pensiero. È il seguente: leggere le opinioni di Rodotà su Berlusconi mi ha fatto capire che mai, in questo strano mondo, con questo strano Pd che col sopracitato Berlusconi in realtà voleva allearsi, Rodotà sarebbe potuto diventare Capo dello Stato. E mamma mia, che immenso peccato. 
Comunque del Ro-do-tà nazionale ne parlerò nei prossimi giorni, stasera sono piuttosto stanca e non mi sento in grado di farlo.
Ricordate il librottino di ottobre? Una delle missioni possibili in cui mi sono impegnata di più è la settima: andare per boschi a cercare i funghi. Esatto, state leggendo il blog di un'esperta (vabbè non esageriamo) fungaiola. Sono settimane che macino chilometri e finalmente, in questi ultimi giorni, sono nati i porcini! Oggi ne abbiamo trovati 96, insieme ad altre specie di funghi che nemmeno nomino perché immagino abbiano nomi completamente diversi nelle altre zone d'Italia, considerando che cambiano anche nella mia regione da un paese all'altro.
Comunque, ho messo alcune mie foto "fungaiole" nel mio tumblr fotografico, Piccole cose belle. Clic per vederle.

Visto che ho voglia di scrivere, ma non del libro di Rodotà, vi lascio con una ricetta di un dolce buonissimo. A proposito di ricette, avete idee per cucinare i porcini? Io, ad esempio, vorrei provare le caramelle di pasta di Sergio Barzetti, che amo spassionatamente da quando sta alla Prova del cuoco.
La ricetta del dolce non è frutto della mia immensa fantasia, l'ho trovata qui.
• INGREDIENTI
   PER LA FROLLA:
- 300 g di farina
- 3 tuorli
- 125 g di zucchero a velo
- 180 g di burro
- 1 bustina di vanillina
   PER LA FARCIA AL TIRAMISU':
- 250 g di ricotta
- 3 tuorli
- 1 albume
- 70 g di zucchero
- 250 ml di panna fresca
- pavesini
- gocce di cioccolato
- caffè

• PROCEDIMENTO
Questo dolce va preparato con anticipo rispetto al momento in cui verrà mangiato, la frolla si può tranquillamente cuocere anche il giorno prima. Per farla basta unire tutti gli ingredienti formando una palla da lasciar raffreddare in frigo almeno una mezz'oretta, poi si tira fuori, si stende, si buca con una forchetta e si copre con un foglio di carta da forno, dove si buttano i fagioli per evitare di farla crescere. 
Cuocere per 15 minuti a 175°, poi togliere la carta e i fagioli e rinfornare per altri 10/15 minuti. 
Bisogna far raffreddare bene la frolla prima di mettere la farcia, per questo è comodo farla il giorno prima.
Per fare la crema bisogna: montare l'albume, montare la panna e montare i tuorli con lo zucchero e la ricotta, poi si uniscono i tre impasti.
A questo punto si può montare il dolce. Nel guscio di frolla si mette uno strato di crema, poi gocce di cioccolato, poi pavesini imbevuti nel caffè, poi altro strato di crema e infine altre gocce di cioccolato.
Il risultato è una buonissima torta al tiramisù che bisogna far riposare in frigo almeno per quattro ore prima di papparsela tutta.

Bon appétit!


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...