30 ottobre 2013

Wor(l)ds #5

Dopo aver giocato alla pasticcera anche oggi e dopo aver mandato l'ennesimo curriculum a un negozio che aprirà prossimamente, torno alle mie amate Wor(l)ds. 
Scriverle questa settimana è stata un'impresa epica, non perché non avessi idee, semplicemente perché non riuscivo a trovare due minuti per staccare la spina e dedicarmici. I post di un blog si possono programmare, ma le Wor(l)ds per Camilla-Zelda no.
Basta chiacchierare che tra poco devo andare al compleanno di mio cugino, a mangiare il dolce interista che ho preparato oggi, motivo per cui non ho tempo da perdere.

Dunque, il kit della quinta settimana, quella del giro di boa del progetto, è il seguente:
E queste sono le parole che sono uscite fuori dal mio cassetto della fantasia:
Su e giù. I pensieri le rimbalzano ininterrottamente dallo stomaco al cuore.
Seduta su una panchina di un parco spogliato dall'inverno, fruga nella borsa alla ricerca di
un diversivo, ma non c'è niente. Trova solo un foglietto di quella serata a teatro, dove
erano andati insieme. Lo stropiccia e lo butta per terra.
Su, giù.
I pensieri, i ricordi.
Lui che le mette un mazzo di chiavi in mano. Lei che compra i fiori e dissemina per casa
post it con i Buongiorno e i pensieri d'amore.
Lui che per mettere in quell'angolo una libreria prende le misure con la riga di scuola. Lei
che ride sconsolata pensando che non verrà mai alla luce.
Su, giù.
Perché?
Le lacrime vanno solo giù.
Lui con quell'altra. Le urla. Il rumore di uno schiaffo. Perché? Se lo chiede, mentre
distrugge il pompon rosso del cappuccio e chiude ogni sua chiamata.
Mentre arriva un messaggio: Scusami.
Su, giù.
Uno yo yo di rabbia e amore.
Qui potete trovare l'intero pdf con tutte le composizioni di questa settimana.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...