13 novembre 2013

Wor(l)ds #7

Settimo appuntamento con le Wor(l)ds di Camilla-Zelda. Il gioco è sempre lo stesso: lei ci dà un'immagine e noi, ispirati da quella, scriviamo un testo di 900 caratteri. Questa settimana, in particolare, Camilla ci ha invitato a evitare di scrivere del solito amore tra un uomo e una donna. Ci ha consigliato di provare a cercare altri amori, altri motivi in grado di farci battere il cuore, così mi sono guardata intorno e...chi c'era accanto a me, acciambellata sulla sedia della mia camera? Ma Trilly ovviamente! Dormiva come al solito. Ecco, questa settimana le mie Wor(l)ds sono nate così.
La guardo dubbioso acciambellato su una sedia, mentre inchioda qualche tavoletta. Hai visto? Ho fatto una cornice! Sbadiglio. Adesso ti faccio pure un ritratto, stai fermo lì, non ti muovere. E chi si muove, sto così bene qui sopra! E poi mi fa piacere vederla felice.
Provo a dirle qualcosa, ma non mi sente. Balla con la musica nelle orecchie. Non l'ho mai vista dipingere, ma credo non sia difficile disegnare me: sono tutto nero, per questo lei mi ha chiamato Buio, anche se io senza luce non so starci. Quando lei si chiude in camera con le serrande chiuse e piange sul letto a me manca il respiro, lì dentro il sole non sorge mai e io vorrei dirle Ehi, su con la vita, apri le finestre, sorridi, metti un cappuccio ed esci fuori, in tv ho visto così tanti posti che è da stupidi restare chiusi qui. Ecco vorrei dirle questo, ma tutto quello che mi esce dalla bocca è uno stupido Miao.
Chissà se lei capisce lo stesso.
p.s. Se volete conoscere la Trilly che ha ispirato Buio, potete vederla qui.
p.s.2 Il pdf con tutte le composizioni si può scaricare qui.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...