20 maggio 2014

Dieci titoli "Vorrei ma non riesco"

Tempo fa sul blog pieno di idee di Strawberry avevo letto un post in cui lanciava un nuovo gruppo di lettura dedicato a una delle sue letture "Vorrei, ma non riesco", cioè a quei libri che lo ripetiamo milioni di volte di voler leggere, ma che ancora non abbiamo comprato o che da mesi/anni giacciono lì, sui nostri scaffali, a prendere la polvere. Chissà poi perché.
Nel post che ho linkato prima potrete leggere i dieci "Vorrei, ma non riesco" di Strawberry, tra cui ha poi aperto un sondaggio per scegliere il titolo del prossimo gruppo di lettura. Se ci fosse qualcuno interessato comunico che a maggioranza è stato scelto I fratelli Karamazov di Dostoevskij e che per ogni informazione è stato creato questo evento su facebook. Personalmente ancora non so se parteciperò, visto che dopo Anna Karenina mi sembrerebbe un po' masochistico da parte mia ributtarmi in un mattone russo del genere, d'estate per giunta. 
Ci sto ancora pensando, comunque.

Immagine di Una fragola al giorno.
A seguire ho rubato l'idea a Strawberry e ho scritto anch'io la lista delle mie dieci letture "Vorrei, ma non riesco". Sperando che sia di buon auspicio per riuscirci, finalmente.

1- Il secolo breve di Eric Hobsbawm. Questo sta prendendo la polvere da anni, dall'ultimo anno di liceo, a essere precisi. La prof di storia ce l'aveva consigliato e io che mi sentivo tipo Wonder Woman l'avevo subito comprato e iniziato. Ho schemi e frecce dei primi capitoli, poi più niente. Gli impegni per la maturità sono diventati troppo ingombranti e il secolo breve è rimasto incompiuto, con un segnalibro dopo le prime centinaia di pagine. Vorrei ricominciarlo.
2- Delitto e castigo di Fedor Dostoevskij. Anche questo è tra gli impolverati della mia libreria, sento che presto sarà il suo turno (a onor del vero devo dire che me lo sento almeno da un paio d'anni).
3- Jane Eyre di Charlotte Bronte. Ho visto il film, ho sentito pareri eccezionali e altri un po' meno entusiasti, perciò sono curiosa di vedere che effetto farebbe a me.
4- La Bibbia. Sì, lo so, detto da me è strano. Ma strano proprio al limite dell'incredibile. Eppure mi piacerebbe conoscere il libro credo più importante del nostro Paese e della nostra storia. Non ne condivido l'importanza, ma non posso negare che quest'importanza esiste eccome. E allora perché non prendere tutto come una gigantesca favola, immagino anche bella, che ha avuto un po' più successo delle altre e che ha impregnato le vite di tutti, anche di chi, come me, storce il naso di fronte alla fede?
5- La storia di Elsa Morante. Lo voglio leggere perché sì, perché mi immagino emozioni, riflessioni, dolori, ingiustizie. Perché mi piacciono i libri che raccontano gli eventi che hanno costruito l'Italia in cui viviamo oggi.
6-I racconti di Kolyma di Varlam Salamov. Ne aveva parlato Saviano una volta in tv, mi ricordo ancora il suo discorso e mi ricordo che da quella sera ho deciso che prima o poi l'avrei letto questo libro sui gulag russi.
7- Gomorra di Roberto Saviano. Il punto precedente mi ha fatto venire in mente che vorrei leggere anche il motivo per cui un uomo giovane sta vivendo una non vita. Vorrei leggerlo per rispetto di un trentenne sacrificato in nome di valori oggi così calpestati, vorrei leggerlo nonostante non sia mai riuscita nemmeno a vedere il film, visto che mi sono addormentata puntualmente tutte le volte che c'ho provato.
8- Hemingway. Qualsiasi cosa, perché non ho mai letto niente di suo. Anzi, se avete consigli sono ben accetti!
9- Harry Potter. Stessa motivazione di Hemingway, a cui si aggiunge anche il fatto che il 99% dei blog che leggo ne parla con un entusiasmo unico.
10- Cent'anni di solitudine di Gabriel Garcia Marquez. L'ho preso in mano dalle migliaia alle milioni di volte in libreria senza mai comprarlo, però lo voglio.

E le vostre letture "Vorrei, ma non riesco" quali sono?
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...