19 maggio 2014

La foresta dei girasoli, frasi [Torey L. Hayden]

Scarabocchi sul libro



«Gli uomini sono molto diversi dalle donne. [...] Non sono forti come noi. Gli uomini sono più vulnerabili quando amano. Si danno di più. Le donne no. Le donne tengono sempre in serbo una piccola parte di sé. Le donne sono più complicate, sotto questo aspetto. Ma gli uomini no. Amano e basta. E sono vulnerabili, capisci? [...] Gli uomini hanno molte paure. Devi essere molto gentile con un uomo, perché se lasci che ti ami troppo e poi lo fai soffrire non si riprenderà più. Una donna sì. Ma un uomo no. Sarà sempre spaventato. Se gli fai male, non sarà più capace di amare allo stesso modo. Questo ti dà un potere su di lui. Devi ricordarlo.»

Megan aveva sempre più sogni che buon senso.

«Come puoi continuare a dirlo? 'Non sarebbe successo a noi; noi non siamo ebrei'? Perché non fai altro che dirlo? È accaduto alla gente Lesley. Alla gente vera. E dato che anche noi siamo gente poteva accadere a noi. Sei tu la stupida».

«Non ha sogni. Ha delle fantasie. Ma non sogni. Niente da perseguire. [...] Quando ti sposi, non fare questo errore. Sposa un uomo con dei sogni.» 

«Ma andrai all'università? [...] È molto importante, lo sai. Voglio che tu ci vada. Io ci andai. Popi diceva sempre che non bisognerebbe mai sprecare un dono, se lo si è ricevuto. E aveva ragione. Sai, tu sei molto intelligente. Ci andrai e la completerai, ja? Io non l'ho finita. Ma tu devi farla.»

«Non basta. [...] L'amore aiuta, ma non basta. Bisogna cambiare le cose. Bisogna scoprire perché le cose non funzionano e renderle migliori. In questo io e mio padre siamo diversi. In questo lui sbaglia. Se vuoi rendere migliore il mondo, devi cambiare le cose. Papà ti abbraccia e tu ti senti meglio, ma le cose non vanno meglio. È quello che fa lui con la mamma. Lui la stringe tra le braccia, la bacia, la fa sentire meravigliosa. Ma lei continua ad avere i suoi problemi. Niente è cambiato.»

«Volevo tanto vivere. Tu non puoi capirlo. Bisognava esserci, in quell'epoca terribile, per comprendere quanto sia prezioso il mondo normale. Quanto vuoi continuare a viverci e a fare cose normali.»

«Lesley, tu devi capire quanto ho amato tua madre. Lei era tutto il mondo per me. Dal momento in cui l'ho conosciuta. L'amavo più di quanto abbia mai creduto possibile amare un'altra persona. Era una persona incredibile. Diversa. Vibrante. Lesley, io non sono così. Io sono come tanti. Amarla era l'unica cosa eccezionale che io abbia fatto in vita mia.»

«Le cose cambiano, Les. [...] Incomincio a capirlo. Le cose cambiano sul serio. Si diventa adulti. Non potevo continuare a giocare a Guerre stellari per sempre. Se ho imparato qualcosa, questa primavera, è proprio questo. Il telescopio e tutto il resto erano divertenti, ma non erano il mondo reale. Le stelle rimangono lassù. Non hanno bisogno che io le osservi per rimanere al loro posto. Andranno avanti senza di me.»
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...