8 settembre 2014

Di cambiamenti, miei e del blog

Scarabocchi di pensieri ha tre anni, se siano tanti o pochi per un blog non ne ho idea, però so che tre anni per me, alla mia età, sono molti. Se tre anni fa fossi andata all'università adesso sarei laureata, se tre anni fa mi fossi fidanzata con "quello giusto" magari ora vivremmo insieme. Ma lasciamo perdere i miei infiniti periodi ipotetici. Oggi non ho compiuto nessun passo tanto importante, però guardandomi indietro, pensando a chi ero nel 2011 e pensando chi sono ora, mi sembra di essere cambiata comunque.
Tre anni fa della mia nipotina non c'era nemmeno una cellula, tre anni fa avevo ancora le mie "vecchie" amiche, tre anni fa il mio cuore batteva sempre per quel tipo che me l'ha sequestrato per un tempo decisamente troppo lungo, tre anni fa avevo appena sperimentato per la prima volta la pasta di zucchero, tre anni fa con l'uncinetto facevo solo centrini.
Nonostante apparentemente non siano cambiate molte cose nella mia vita in questi mille giorni, io credo che invece oggi possa elencare tante cose belle che prima non avevo: l'amore bellissimo della zietta, due amiche vere, scatole piene di gomitoli colorati, amigurumi, pupazzetti di zucchero, storie.

Sebbene non mi sia mai laureata e non abbia mai trovato un uomo tanto importante da poter anche solo pensare di dividere o moltiplicare la mia vita con lui, ecco, nonostante questo, io mi sento più grande, mi sento diversa da quella che ero quella notte in cui ho aperto il blog.
Per questo ho scelto di togliere le Converse che da sempre mi avevano contraddistinta nel web, perché pensandoci è da tanto, tantissimo tempo, che non le compro più. Porto anche i tacchi, adesso. E mi sento più donna e ogni tanto perfino bella, pure con quei chili di troppo che avrei pagato per non avere, una volta. 
Ho tolto le mie tanto amate Converse, insomma. Al loro posto c'ho messo un gufetto che ho fatto durante la scorsa primavera, un gufetto che adesso vive appollaiato sui libri (su uno di Fruttero e Gramellini, in questo momento), un gufetto dormiglione, portafortuna, sognante. Un gufetto in compagnia di un libro, una penna blu e la tenda celeste della mia camera. Non ha un nome, ma se avete idee si accettano suggerimenti! 

Il gufetto non è stato certo l'unico cambiamento. Ho passato tre giorni dietro a mille codici html e css e alla fine è uscito fuori questo. Avevo bisogno di qualche cosa di diverso per farmi tornare la voglia di scrivere, ammetto che forse mi è presa via un po' troppo la mano, comunque il risultato mi piace. 
Di seguito alcuni link utili che sono stati fondamentali per colorare il blog secondo i miei progetti. Li appunto qui per evitare di disperdere ore e ore di ricerca nel web e perché magari potrebbero essere utili anche per voi!
Bene, per ora mi sembra tutto.

Buona settimana!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...