7 settembre 2014

Settembre - Buon anno!


Settembre è uno spazio indeciso, un nuovo inizio, un lungo respiro, un’occasione.
Si iniziano diete, scuole, lavori e amori.
Si tagliano capelli e ponti.
Si comprano vestiti, libri, biglietti aerei.
Settembre spegne lentamente gli entusiasmi estivi e li riporta alla realtà invernale.
A settembre si fa la muta. Si lascia il vecchio, si abbraccia il nuovo.
Nella mia testa è a settembre che inizia un nuovo anno, non a gennaio.
È a settembre che decidiamo come vivere il nuovo anno.
È a settembre che decidiamo di vivere l’inverno immersi in maglioni pesanti, tè alla cannella, calzini coi fiocchi di neve e candele accese quando è buio.
Ma con il sole di agosto negli occhi.
Questo è quello che auguro a me stessa per questo inverno, e anche a tutti voi.
Buon inizio, buon anno. 
[foto e brano tratti da "Impressioni di settembre" di Via che si va] 

Non avrei saputo scrivere meglio di così quello che è per me settembre, mese di ripartenze e compleanni, di fogli bianchi e tanta voglia di fare qualcosa di nuovo.
Da domani riprendo in mano l'uncinetto, ricomincio a leggere con più costanza, smetto di uscire tutte le sere. Da domani rileggo tutti i blog che ho abbandonato e torno a cercare nuove ricette da provare. Da domani. Ché è settembre e il cielo è il più bello di tutto l'anno e le pesche sono quasi mature e non è più troppo caldo per andare a fare le passeggiate il pomeriggio.
La notte mi accoccolo dentro il profumo d'autunno del mio pigiama lungo, con ancora addosso gli odori dell'estate appena finita. Un'estate dalle temperature giuste per me, un'estate con i maglioncini di sera e le mie scarpe rosse. Un'estate senza stelle cadenti, con sogni nuovi e nuove persone, ma anche sempre le stesse. Un'estate di litigate in cui mi sono accorta di essere più forte di quello che credevo, un'estate in cui ho capito di essere davvero una persona coerente, dai principi forti, che non calpesto, mai. Un'estate in cui non so che fine abbia fatto la mia proverbiale diplomazia da bilancina. Un'estate in cui ho tagliato rapporti che non mi piacevano, un'estate in cui sono stata più amica e nemica di sempre, un'estate passata in cucina, un'estate di vino e nutella. Un'estate in cui ho risentito il mio cuore battere, anche se forse per sbaglio o solo per un attimo.

E adesso c'è tutto il nuovo anno che ci aspetta, da domani.
Penso di sapere quello che voglio.
Non penso di sapere come costruirlo.

Costruire è potere e sapere rinunciare alla perfezione.


E voi? Che cosa vorreste costruire nell'anno nuovo? Avete progetti?

Nel frattempo vi lascio con un po' di immagini della mia bella estate, bacioni!
Click Me
Click Me
Click Me
Click Me
Click Me
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...