1 gennaio 2015

Qualcosa che mi va di ricordare del 2014 e il calendario delle piccole cose


I miei capelli lunghi, i (pochi) chili in meno.
Le scarpe rosse, quel vestito nero. 
La nutella in faccia, le cucine estive. 
Le canzoni in mezzo alla vigna. 
I litigi, le spese pazze per la festa fino a riempire la macchina. 
Il seggio più divertente del comune. 
I nuovi numeri in rubrica. 
Qualche nome doppione di troppo. 
Nuovi bambini di ex ragazzi come me e la consapevolezza che, cavolo, stiamo crescendo davvero. 
Le cugine che si lasciano e poi si ri-innamorano. 
L'amicizia che resta, mentre il resto cambia. 
Le persone che non cambiano mai, come sostenevo anche l'anno scorso.
Le persone che, se cambiano, cambiano in peggio.
Il punto maglia.
I cappucci a maglia che riesco a fare senza stressarmi troppo.
Il quaderno giallo di tutte le mie creazioni. Che è ancora ordinatissimo.
I cuoricini.
Isò.
Le Noteworthy things che sono continuate sulla carta, fuori dal blog.
Il lavoro. Le paste il sabato. 

I tanti film visti:
GENNAIO • La carica dei 101 • Jane Eyre [2011]  Cime tempestose [1992] • Little Miss Sunshine • Detachment - Il distacco • One day • Gli anni spezzati - Il giudice • La grande bellezza • Rapunzel • Notte prima degli esami • Benvenuti al Sud • Venuto al mondo • Il XIII apostolo 2 - La rivelazione • Mio fratello è figlio unico • Nessuno mi può giudicare • La nostra vita • Diaz - Non pulire questo sangueRibelle - The braveManuale d'amoreFEBBRAIO Nessuna qualità agli eroi • Pretty woman • Giù al Nord • Manuale d'amore 2Manuale d'amore 3 I ponti di Madison CountyArgo • Benvenuti al Nord • New in town - Una single in carriera Non è un paese per vecchi • The Hurt Locker MARZO La bellezza del somaro La vita di Adele • Lost in translation - L'amore tradotto • About time - Questione di tempo Sex and the city• Nuovo cinema paradiso APRILE Philadelphia Ex • Amici di letto • Nymphomaniac Volume I • Stai lontana da me • La mafia uccide solo d'estate • Il giorno più bello • Biancaneve [2012] • I passi dell'amore • Love story • Nimphomaniac Volume II • MAGGIO Anna Karenina • To Rome with Love • Roma città aperta La bella società GIUGNO Quattro matrimoni e un funerale • Invictus LUGLIO • Notting Hill • Dirty dancing • Il ciclone • Quando la notte • AGOSTO Something borrowedSETTEMBRE • Che bella giornata • Allacciate le cinture • Patch Adams • Colpa delle stelleOTTOBRE Buongiorno notte • 12 anni schiavo NOVEMBREThe Sessions-Gli appuntamenti • Baarìa • La felicità porta fortuna • Tutto può cambiare • Bella addormentata • Taxi driver DICEMBRE • Quando c'era Berlinguer Orgoglio e pregiudizio • Worlds and pictures • Romeo + Giulietta • Un sapore di ruggine e ossa • The family man • Edward Mani di forbice • La neve nel cuore
In rosso quelli che ho più amato, uno al mese.



Non ho avuto tempo per regalare al 2014 il degno riassunto che avrebbe meritato, perché sì, per me è stato un anno senza dubbio positivo, di crescita interiore e, forse, non solo. Lo so che quando qualcuno dice così significa un po' tutto e niente, ma questa è la mia sensazione: sono diventata un po' più grande.
Vorrei che nel 2015 continuasse la positività degli ultimi mesi, la voglia di ricercare leggerezza, il bisogno di coccolarmi con le cose che amo fare, nonostante gli impegni e la stanchezza. Da alcuni anni ho smesso di compilare una lista di buoni propositi, non lo farò neanche in questo gennaio, però dal 2015 ho deciso che mi aspetto alcune cose, piccoline, e magari le scriverò nei prossimi giorni, prima che anche il blog esca dalle sue lunghe vacanze natalizie, o magari le terrò per me, ancora non lo so. Non saranno obiettivi trascendentali, ma cose a portata di mano, almeno credo.
Visto che gli art attack di Natale mi hanno tenuta occupata fino a due giorni fa non ho avuto ancora tempo per dedicarmi alla parte "cartacea" del nuovo anno. Non ho ancora pensato come organizzare diari e quaderni e non ho ancora deciso se andare avanti con le cose degne di nota di ogni giorno. Vedremo. Per il momento, ieri pomeriggio, mentre ero arrabbiata col tempo che ha fatto nevicare ovunque tranne che qui, ho disegnato un calendarietto di gennaio, non è molto preciso, ma l'ho fatto piuttosto frettolosamente.
C'ho fatto un disegno di una scena che vorrei si realizzasse, ho scritto una frase che ho letto qualche giorno fa su Instagram e che mi ha profondamente colpita, ho pensato perfino a una colonna dove segnare le ore di lavoro. Sono stata anche concreta, insomma. Per finire il calendario vero e proprio, con dei piccoli spazi per appuntare cose piccole, io penso che ci scriverò i film che vedo e i libri che leggo, purtroppo non c'entra molto di più.
Se vi piace e volete stamparlo anche voi lo trovate qui nella versione originale e qui, senza la colonna a destra. Nel caso lo vogliate scaricare, per non ottenere un'immagine di minore definizione dovete cliccare sulla freccetta nella parte superiore dello schermo e non fare clic destro e salva immagine.

Buon anno!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...